Home

Corona Virus

Pubblichiamo il comunicato del presidente regionale Oscar Bianchi”  e il pieghevole del Ministero con le indicazioni di comportamento.

Di seguito le indicazioni sanitarie del Direttore Sanitario, Dr. Cambiè:

“Non ci sono aggiornamenti significativi dal punto di vista sanitario.

E’ però utile richiamare l’importanza di una serena valutazione del livello di rischio a cui possono essersi esposti i donatori.

Premesso che i donatori residenti in area rossa non devono donare fino a nuova comunicazione, non sono idonei alla donazione anche i soggetti che abbiano avuto un contatto ravvicinato e protratto con soggetti che hanno sviluppato sintomatologia o comunque risultati positivi. 

Per contatto ravvicinato e protratto si intende ad esempio aver condiviso negli ultimi 28 giorni ambienti di vita, di lavoro, di trasporto e aver avuto relazione diretta con il soggetto poi risultato positivo , avergli parlato o assistito senza mezzi di protezione individuale o aver utilizzato oggetti o materiali potenzialmente contaminati dalla sue secrezioni.

Al di fuori di questi casi, non si ritiene che vi sia reale rischio di infezione.

In caso di dubbio, prima di prenotare la donazione o comunque di presentarsi a donare, è fondamentale ottenere un pare competente da parte del proprio medico di Medicina Generale.

I medici delle UdR sono disponibili a fornire ogni eventuale chiarimento compatibilmente con le conoscenze ad oggi disponibili”

 Maggiori informazioni: AVIS Regionale Lombardia